Cardiobase
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in Aritmologia
Xagena Mappa

Troponina I ad alta sensibilità nei pazienti ospedalizzati e ambulatoriali con insufficienza cardiaca con frazione di eiezione conservata: Heart Failure Clinical Research Network


È stata studiata la prevalenza della troponina ad alta sensibilità e la sua associazione con la struttura cardiaca e gli esiti nei pazienti ambulatoriali e ospedalizzati con insufficienza cardiaca con frazione di eiezione conservata ( HFpEF ).

Un'analisi post hoc ha utilizzato i dati di pazienti con insufficienza HFpEF: gli studi DOSE ( Diuretic Optimization Strategies Evaluation ) e CARRESS-HF ( Cardiorenal Rescue Study in Acute Decompensated Heart Failure ) hanno arruolato pazienti in ospedale con insufficienza HFpEF acuta e lo studio RELAX ( Phosphodiesterase‐5 Inhibition to Improve Clinical Status and Exercise Capacity in Heart Failure With Preserved Ejection Fraction ) ha arruolato pazienti ambulatoriali con insufficienza HFpEF.

La troponina I ad alta sensibilità ( hs-TnI ) è stata misurata nei pazienti ospedalizzati al basale, a 72 e fino a 96 ore, al giorno 7 e al giorno 60.
Nei pazienti ambulatoriali la troponina hs-TnI è stata misurata al basale e alla settimana 24. Nel coorte ambulatoriale, sono state valutate le correlazioni tra troponina hs-TnI e la struttura e la funzione cardiaca.

È stata valutata l'associazione tra troponina hs-TnI e un composito a 60 giorni di visite al Pronto soccorso, riammissioni e morte per i pazienti ospedalizzati.
La popolazione dello studio comprendeva 139 pazienti ospedalizzati e 212 pazienti ambulatoriali con insufficienza HFpEF e troponina hs-TnI misurati al basale.
Il valore mediano di troponina al basale era 17.6 ng/l nei pazienti ospedalizzati e 9.5 ng/l nei pazienti ambulatoriali ( P minore di 0.001 ).

La prevalenza di troponina hs-TnI elevata ( limite di riferimento superiore del percentile superiore al 99% ) era dell'86% nei pazienti ospedalizzati e del 53% nei pazienti ambulatoriali, con elevazione stabile nei pazienti ambulatoriali durante il follow-up.
I pazienti con insufficienza HFpEF con troponina hs-TnI sopra la mediana erano più anziani con peggiore ipertrofia ventricolare sinistra e disfunzione diastolica.

Il valore di troponina hs-TnI continuativamente valutato ( per raddoppio ) era associato a un aumentato rischio di endpoint composito ( hazard ratio aggiustato, aHR=1.20, P=0.042 ).

In conclusione, la troponina I ad alta sensibilità è comunemente elevata sia nei pazienti ospedalizzati che in quelli ambulatoriali con insufficienza cardiaca con frazione di eiezione conservata. L'aumento dei livelli di troponina hs-TnI è associato a una peggiore struttura cardiaca e a un aumentato rischio di eventi avversi. ( Xagena2018 )

Fudim M et al, J Am Heart Assoc. 2018;7(24):e010364. doi: 10.1161/JAHA.118.010364.

Cardio2018 Diagno2018



Indietro