Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in aritmologia
52 convegno cardiologia milano
Xagena Mappa

Insufficienza cardiaca in stadio avanzato: benefici dal trattamento con dispositivo di assistenza ventricolare sinistra a flusso continuo


I tassi di sopravvivenza e la qualità di vita nei pazienti con insufficienza cardiaca in stadio avanzato sono migliori con l'impianto di dispositivi di assistenza ventricolare sinistra a flusso pulsante rispetto al ricorso a terapia medica.
I nuovi dispositivi di assistenza a flusso continuo sono più piccoli e potrebbero durare più a lungo dei dispositivi a flusso pulsante.

In uno studio randomizzato, sono stati arruolati pazienti con insufficienza cardiaca in stadio avanzato e non-idonei al trapianto, in un rapporto 2:1, e sono stati assegnati a impianto di un dispositivo a flusso continuo ( n=134 ) o al dispositivo a flusso pulsante attualmente approvato ( n=66 ).

L'endpoint primario composito era, a 2 anni, la sopravvivenza libera da ictus disabilitante e nuova operazione per riparare o sostituire il dispositivo.
Gli endpoint secondari includevano la sopravvivenza, la frequenza di eventi avversi, la qualità di vita e la capacità funzionale.

Le caratteristiche pre-operatorie erano simili nei 2 gruppi di trattamento con un'età mediana di 64 anni ( intervallo da 26 a 81 ), una frazione di eiezione ventricolare sinistra media del 17%, e circa l'80% dei pazienti in trattamento con agenti inotropi per via intravenosa.

L'endpoint composito primario è stato raggiunto da un numero maggiore di pazienti con dispositivo a flusso continuo che con dispositivo a flusso pulsante ( 46% versus 11%; P
Gli eventi avversi e le sostituzioni dei dispositivi sono risultati meno frequenti nei pazienti con dispositivo a flusso continuo.

La qualità di vita e la capacità funzionale sono migliorate significativamente in entrambi i gruppi.

In conclusione, il trattamento con dispositivo di assistenza ventricolare sinistra a flusso continuo con insufficienza cardiaca migliora in modo significativo la probabilità di sopravvivenza libera da ictus e l'insufficienza del dispositivo a 2 anni rispetto al dispositivo a flusso pulsante.
Entrambi i dispositivi migliorano in modo significativo la qualità della vita e la capacità funzionale. ( Xagena2009 )

Slaughter MS et al, N Engl J Med 2009; 361: 2241-2251


Cardio2009


Indietro