Cardiobase
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in Aritmologia
Xagena Mappa

Carenza di ferro nell'insufficienza cardiaca ed effetto di Dapagliflozin: risultati di DAPA-HF


La carenza di ferro è comune nell'insufficienza cardiaca ed è associata a esiti sfavorevoli.
Sono state esaminate la prevalenza e le conseguenze della carenza di ferro nello studio DAPA-HF ( Dapagliflozin and Prevention of Adverse-Outcomes in Heart Failure ) e l'effetto di Dapagliflozin ( Forxiga ) sui marcatori del metabolismo del ferro.
È stato anche analizzato l'effetto di Dapagliflozin sugli esiti, in base allo stato del ferro al basale.

La carenza di ferro è stata definita come un livello di ferritina inferiore a 100 ng/ml o una saturazione della transferrina inferiore al 20% e un livello di ferritina da 100 a 299 ng/ml.
Ulteriori biomarcatori del metabolismo del ferro, inclusi il recettore solubile della transferrina, l'eritropoietina e l'epcidina sono stati misurati al basale e 12 mesi dopo la randomizzazione.

L'esito primario era un composito di peggioramento dell'insufficienza cardiaca ( ospedalizzazione o visita urgente che richiedeva una terapia endovenosa ) o morte cardiovascolare.

Dei 4.744 pazienti randomizzati in DAPA-HF, 3.009 avevano misurazioni della saturazione di ferritina e transferrina disponibili al basale, e 1.314 di questi partecipanti ( 43.7% ) erano carenti di ferro.
Il tasso dell'esito primario è risultato più alto nei pazienti con carenza di ferro ( 16.6 per 100 anni-persona ) rispetto a quelli senza ( 10.4 per 100 anni-persona; P minore di 0.0001 ).

L'effetto di Dapagliflozin sull'esito primario era coerente nei pazienti con carenza di ferro rispetto a quelli senza carenza di ferro ( hazard ratio, HR=0.74 vs 0.81; P interazione=0.59 ).

Risultati simili sono stati osservati per morte cardiovascolare, ospedalizzazione per insufficienza cardiaca e mortalità per tutte le cause.
La saturazione della transferrina, la ferritina e l'epcidina sono risultate ridotte e la capacità totale di legame del ferro e il recettore solubile della transferrina sono aumentati con Dapagliflozin rispetto al placebo.

La carenza di ferro era comune in DAPA-HF e associata a esiti sfavorevoli.
Dapagliflozin è sembrato aumentare l'uso di ferro ma ha migliorato gli esiti, indipendentemente dallo stato di ferro al basale. ( Xagena2022 )

Docherty KF et al, Circulation 2022; 146: 980-994

Cardio2022 Farma2022



Indietro